Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Rigamonti: "Segreteria federale, lavoro immenso nonostante la Pandemia"

Modi pacati e dai toni sempre concilianti. Il dott. Stefano Rigamonti, apprezzato Consulente del Lavoro con Studio Associato di dottori commercialisti e CdL, è esperto nel campo della consulenza del lavoro, fiscale e tributaria, con riguardo agli enti no profit in ambito sportivo, dal 1988 è Segretario Generale della Federazione. Ha alle spalle una carriera da fighter di primissimo piano: tre titoli italiani, Semi e Light Contact 1986/1987/1989; un titolo di campione d’europa nel Light Contact nel 1987 e replica come vice campione d’Europa nel 1990, vice campione del Mondo nel semi nel 1986 e medaglia di bronzo alla Coppa del Mondo nel 1997.

Il Segretario Generale, Stefano Rigamonti, traccia un bilancio sull'operato della segreteria federale nel 2020: "La gestione di una Segreteria complessa come quella federale richiede dedizione e tempo rispetto a quanto qualcuno possa pensare dall'esterno, soprattutto se di mezzo continua ad esserci la Pandemia che sta mettendo in ginocchio l'economia mondiale in ogni settore, colpendo in modo pesantissimo anche il mondo dello sport. Ci vuole soprattutto la professionalità di chi gestisca dall'interno la macchina federale. Ho il privilegio di essere a capo di questa struttura, fornendo le indicazioni necessarie a chi poi per competenze e aree deve poi materialmente intervenire. Nonostante l'anno difficile e il lockdown dei mesi di marzo, aprile e maggio, la nostra Segreteria ha gestito con piena efficienza l'attività federale fino a tutto il mese di dicembre 2020. Abbiamo garantito il necessario supporto informativo alle Società, a partire dalle normative emanate dal Governo e attuate da Sport e Salute,  la questione dei bonus per i collaboratori sportivi e le annose situazioni per le palestre legate agli affitti e al rimborso delle spese generali, sino a quelle dell’accesso al credito sportivo dell’ICS. La Segreteria ha svolto anche un ruolo di supporto e assistenza alle società a 360 gradi. 

Con il Consiglio di Presidenza (Presidente Milano Donato, i due vice Presidenti Massimo Casula e Riccardo Bergamini ed il sottoscritto) durante tutto l’anno ho lavorato moltissimo, la scoperta dello strumento delle riunioni on Line su Zoom è stato davvero prezioso, siamo riusciti a fare anche due riunioni al giorno su molteplici problematiche e non solo di materie tipiche federali, come quella per il sostegno economico al nostro movimento. Di fatto, abbiamo partorito una manovra Economica di sostegno alle Società Sportive, che ci ha visto impegnati per molti mesi per riuscire a fare quadrare le varie opzioni che il Presidente aveva proposto sin da maggio. 

Grazie al consolidarsi del rapporto con l’istituto per il Credito Sportivo, abbiamo avuto quella garanzia necessaria per la sostenibilità finanziaria alla manovra economica studiata, per una previsione a breve raggio per poterla attuare  e poter andare incontro alle nostre 700 Società sportive affiliate in questo momento storico, difficile per l'economia causa Covid-19 quando il Governo e Sport e Salute, hanno previsto un supporto solo con il 21 novembre 2020 quando noi ci siamo strutturati si da luglio affinché da Settembre 2020 le nostre Società e Tesserati avessero quel necessario Supporto per  riprenderel’anno sportivo con meno oneri”.

Il Segretario Generale, poi aggiunge: "Con la riapertura delle palestre la Segreteria ha lavorato davvero in modo incessante. E' stato un anno particolare perché il movimento era chiamato prima alle elezioni di tutti i Comitati Regionali ad ottobre e poi al rinnovo del Consiglio Federale a novembre a Riccione con l'Assemblea Nazionale ordinaria e straordinaria elettiva. La Segreteria ha attuato una programmazione metodica e mirata. Solo grazie alla straordinaria professionalità del nostro personale di Segreteria (Elisabetta Castronovi, Barbara Falsoni e MariaTeresa Gagliardi) siamo stati in grado di gestire in meno di quaranta giorni circa 600 Affiliazioni e 16mila Tesserati. Insomma un carico di lavoro non indifferente. Come Segreteria siamo stati sempre sul pezzo e sono pienamente soddisfatto di come la squadra della sede nazionale di Monza abbia ben lavorato, a cui va il mio più sentito ringraziamento.”

Infine Stefano Rigamonti conclude: "Tutte le decisioni assunte in Federazione sono prese di concerto tra Presidenza, Consiglio di Presidenza e Consiglio Federale. Anche la manovra economica attuata a favore delle Società è stata possibile perché i bilanci sono in regola e il piano finanziario che si voleva portare in Consiglio era legata alla studio di fattibilità e sostenibilità dell'operazione. Così è stato. Per me quindi una doppia soddisfazione. Da oggi si volta pagina e siamo già al lavoro per il 2021/22".